Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

livio

Inserisci quello che vuoi cercare
livio - nei post
"A ma rigòrdi" e AVAP - 25 Gennaio 2017 - 16:04

Grazie - 2 Gennaio 2017 - 21:45
di livio Serafini
Cani di oggi...cavalli di ieri - 28 Settembre 2016 - 00:09
di livio Serafini
La Ca' Rùsa - 11 Settembre 2016 - 16:40
di livio Serafini
"A ma rigòrdi": precisazione - 29 Agosto 2016 - 19:17

Ul Giuàn da Trubàs - 28 Agosto 2016 - 16:47
di livio Serafini
Pensieri - 28 Agosto 2016 - 16:21
di livio Serafini
A ma rigordi - 27 Giugno 2016 - 22:41
Vi aspetto sabato per ricordare assieme! livio
PAOLO TROUBETZKOY (1866 – 1938) E LA “ SASSONIA” - 13 Aprile 2016 - 15:40
di livio Serafini
I cassetti - 6 Febbraio 2016 - 13:38
di livio Serafini
livio - nei commenti
"A ma rigòrdi" e AVAP - 26 Gennaio 2017 - 11:44
grande livio
Piacevoli i racconti raccolti nel libro. Se poi il tutto e' a fin di bene...che dire? Ancor di più 😊
Cani di oggi...cavalli di ieri - 1 Ottobre 2016 - 11:36
bella livio
Un affresco dei tuoi. A presto.
La Ca' Rùsa - 11 Settembre 2016 - 21:47
livio
Bella. Un abbraccio 😊
Ul Giuàn da Trubàs - 28 Agosto 2016 - 21:14
grazie livio
Grazie livio per aver ricordato ul Giuan da Trubas, quello che quando gli offrivano il lavoro di tagliare la legna, ( allora rigoraosamente con sega a mano, la motosega era ancora di là da venire) e gli davano la cotica per ungere la lama, si mangiava la cotica e mollava lì il lavoro.Ma la bocca sdentata era degna di un fotografo professionista: ricordo di aver visto delle sue foto, ma disgraziatamente non ricordo più dove.
PAOLO TROUBETZKOY (1866 – 1938) E LA “ SASSONIA” - 14 Aprile 2016 - 20:30
Libro su Paolo Troubetzkoy e Sassonia
Ciao, livio. Ti faccio i complimenti come autore di questo libro, che come altre iniziative, darà lustro alla nostra Verbania. Ti saluta uno dei pittori dello striscione, con il quale hai parlato l'altro giorno, venendoci a trovare durante la pittura. Ripassa a trovarci, che è sempre un piacere.
I cassetti - 6 Febbraio 2016 - 13:41
Re Sass
livio nel to riun u gheva mia anca ul Re Sass?
Baracùn - 27 Gennaio 2016 - 19:43
Amarcord baracun
Com'è, come non è, ma i tuoi interventi vanno quasi sempre a schiacciare quel tastino della memoria che ho dentro di me. I baracconi, dunque: primi anni '60, mese di maggio, mese dedicato per tradizione alla Madonna. Allora tutte le sere si andava in parrocchia al rosario ed alla benedizione. Io, con altri amici, chierichetti con tonaca, attorno al parroco sull'altare. il parroco di allora possedeva una (ora per allora) magnifica VW maggiolone azzurro sul quale, finite le funzioni, come premio per la nostra assidua partecipazione alle funzioni, ci caricava in sovrannumero e ci portava ad Intra ai baracconi. E ci pagava dei grandi giri sulle autoscontro o sul calcinculo, o sugli aeroplanini che facevano su e giù.Lui, ovviamente, non saliva: a quei tempi i sacerdoti non usavani il clergyman o vestirsi in modo da civile; con la sua bella tonaca nera stava a guardarci beato ai bordi della pista.Talora portava con noi anche sua madre e sua sorella che, nubile, gli faceva da perpetua: anche loro talora fruivano dei baracconi, specie quelli dgli specchi deformanti che tu hai ben ricordato ene uscivano, come dirfebbe Camilleri "scantate".. Permetti una digressione sul tema: durante la funzione si usava molto il turibolo per l'incensamento. Tra le pie donne che non mancavano mai una funzione ce ne era una, ricordo si chiamava Virginia, già di una certa età, che era la "capa" del coro, quella che dava l'intonazione ed il via al "Noi vogliam Dio". Tutte le sere poco prima che la Virginia in iniziasse ad intonare l'inno, il prete ci schiacciava l'occhio destro: ciò stava a significare che noi chierichetti dovevamo versare nel turibolo una quantità fantasmagorica d'incenso: per il solo gusto di ridacchiare sentendo come la Virginia iniziava a tossire. Grazie ancora una volta caro livio, per avermi fatto tornare alla mente ricordi che avevo dentro di me ma dei quali non avevo più sentore.
Baracùn - 26 Gennaio 2016 - 14:05
Semplicità,quanta nostalgia
Sempre scritto molto bene e leggendoli mi riporti indietro coi pensieri , penso che la colpa è del passare del tempo ma subito mi correggo ; è solo la nostalgia per tanta bella semplicità !. Complimenti livio i
Baracùn - 26 Gennaio 2016 - 08:28
ciao livio
Sempre deliziosi e delicati i tuoi ricordi. Bacio.9816
Ricordini un corno - 19 Gennaio 2016 - 14:09
ciao livio
Annoso problema.. Come lo risolviamo? Credo che in primis chi "la tira su" dovrebbe essere incaxxato nero con chi non lo fa. Perché poi, noialtri, ce la prendiamo con tutti a prescindere. Quindi quando vedete che non lo fanno fotografate. Insultate...fate qualcosa! Passiamo oltre: Chi deve pulire la sporcizia dei cani non raccolta dai proprietari? Gli spazzini di una volta non ci sono più...li vedete voi con la scopa in mano? Ci sono le macchine e nn so se coprono i marciapiedi... E i prati? E il lungolago? Poi... Lamentarsi col consiglio di quartiere per avere che effetto??? Che cosa possono fare contro la maleducazione? Ahhhh avrei un paio di soluzioni deterrenti...ma poi mi darebbero della fascista. Alla prox livio....
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti