Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

in sassonia

Inserisci quello che vuoi cercare
in sassonia - nei post
PAOLO TROUBETZKOY (1866 – 1938) E LA “ sassonia - 13 Aprile 2016 - 15:40
di Livio Serafini
COMUNICATO DI "Una Verbania Possibile" - 11 Febbraio 2016 - 14:41
COMMISSIONE LAVORI PUBBLICI E COMMISSIONE VIABILITA' in SEDUTA CONGIUNTA SU MOBILITA' ALTERNATIVA
IL RIONE sassonia PICCOLA MONTMARTRE DI VERBANIA - 11 Febbraio 2016 - 00:43
di Gianfranco Guglielmi
I cassetti - 6 Febbraio 2016 - 13:38
di Livio Serafini
Chiudo e passo - 17 Ottobre 2015 - 22:49
di Livio Serafini
Il Far West in sassonia - 9 Agosto 2015 - 23:35
di Livio Serafini
CASA CERETTI - 24 Aprile 2015 - 16:07
di Livio Serafini
Amarcord 2 - 9 Febbraio 2015 - 22:57
di Livio Serafini
AMARCORD sassonia - 29 Gennaio 2015 - 18:56
di Livio Serafini
Ex Camera del Lavoro addio! - 10 Dicembre 2014 - 14:21
di Livio Serafini
in sassonia - nei commenti
IL RIONE SASSONIA PICCOLA MONTMARTRE DI VERBANIA - 11 Febbraio 2016 - 09:29
grazie Franco
Un grazie particolare all'amico Guglielmi per aver colto il lato artistico della "mia" sassonia che .ripeto, è stata orbata per questioni assolutamente politiche del nuovo teatro,ma che in parte è stata" risarcita" con la costruenda Piazza che l'aiuterà ad uscire dall'illustre anonimato a cui la miopia politica, da sempre, l'ha condannata.
Il Far West in Sassonia - 2 Settembre 2015 - 11:13
posteggio in sassonia
tralasciamo la maleducazione e la prepotenza di alcuni automobilisti ma è giocoforza che il mercato attiri gente (clienti o meno) con conseguente auto appresso anche straniere. Allora mi chiedo, perchè non spostare il mercato in una zona più periferica per esempio via Olanda? Cosi si liberebbero i posteggi occupati dalle bancarelle. Idea assurda e non ricevibile? Pensateci!
Ordine del Giorno Consiglio Comunale - 12 Novembre 2014 - 17:57
Riqualificazione "sassonia"
Sono decenni che si parla di riqualificazione della località "sassonia" per renderla parte integrante, viva e partecipe della vita della città. Ora ci risiamo. Ma prima di addentrarsi in immaginabili contrapposizioni, siamo sicuri che ci sono i fondi necessari e fino a quale limite ci si può spingere? Perché un conto è andare sul concreto ed altro ...sognare..!! Come primo pensiero mi viene in mente: e il mercato dove si farà? vista la sua notoria importanza caratteristica, e le autovetture che il progresso ce ne ha donato in abbondanza, dove parcheggieranno? Si dirà cosa c'entra ciò con la riqualificazione della piazza (già piazza d'armi del Battaglione intra) ma, bisognerà pur pensarci se non si vuole, come si suol dire; "spogliamo un altare per vestirne un altro" Buon lavoro e cordiali saluti.
LINFA PER LA SASSONIA - 20 Maggio 2013 - 14:39
commento
Prendo regolarmente visione del Vostro sito trovandolo interessante e ricco di spunti. in questa occasione ho particolarmente apprezzato il cenno sul Quartiere sassonia, nel quale vivo da anni, ed alle opportunità perse per dare una rinnovata dignità a questa parte troppe volte trascurata della nostra Città. Certo le occasioni non mancavano ma come spesso accade, siamo a rimpiangere di non averle sfruttate o ancor peggio di averle trascurate. Il Nuovo Teatro doveva essere la grande chiave di lettura per il rilancio del Quartiere e purtroppo sappiaamo come è andata a finire.... o meglio non sappiamo come andrà a finire!! L'ex Camera del Lavoro in totale e pericoloso abbandono, senza un "progetto di riutilizzo" che abbia il significato di questa parola. Pensiamo a cosa sarebbe potuta essere questa struttura con la collocazione al proprio interno di un museo multimediale che raccontasse la storia della nostra città e del tessuto produttivo ed economico che ha rappresentato sino a pochi anni fà. Sapevo di un interessamento da parte del Consiglio di Circoscrizione sul tema ex Camera del Lavoro, ma mi sembra che l'attenzione dovuta a questo argomento non sia stata quella che invece meriterebbe. Il termine Museo mi richiama alla mente l'altro tema introdotto dal Vostro articolo: Casa Ceretti. Una parte interamente ristrutturata, praticamente mai utilizzata e la c.d. "parte nobile" che sta subendo, come la foto dimostra, un processo di lento ma progressivo degrado anche per l'avanzare di una vegetazione che fra qualche tempo oscurerà una buona parte del caseggiato e ne comprometterà forse l'utilizzo. Non parliamo poi del giardino interno..... una vera vergogna per lo stato di totale abbandono a cui è lasciato. Ho sentito parlare della collocazione, all'interno di Casa Ceretti, di un "laboratorio artistico" e della possibilità che vi si svolgano dei corsi di specializzazione in arte grafica. Sarebbe un'opportunità da non lasciarsi sfuggire per la Città, per il Quartiere sassonia e immagino per il Territorio nel suo complesso. Saputo che il tutto è demandato a coloro che oggi amministrano il Museo del Paesaggio, mi domando e domando se sarà un'altra occasione persa o se questa volta ce la faremo? Non dimentichiamoci che la Cultura, l'Arte ed il Turismo potrebbero essere il vero volano per il rilancio di Verbania.
EX CAMERA DEL LAVORO E PISTA DI PATTINAGGIO: INCONTRO RAVVICINATO - 29 Novembre 2012 - 23:24
valorizzare la sassonia?
Beh, direi che il primo progetto del teatro Arroyo l\'avrebbe valorizzata eccome... invece ringraziamo l\'attuale amministrazione che invece, oltre a confermare la sassonia come parcheggio di tutta intra eliminando il pala BPI (che fine ha fatto poi?...), ha deciso di snaturare un\'area, quella dell\'Arena, di certo non degradata e con un uso ben preciso: balneazione e spettacoli all\'aperto (inoltre l\'area aveva ancora potenzialità insepresse....). E la pista di pattinaggio avrebbe potuto tornare a Pallanza, nella sua sede originaria. insomma, si sarebbe potuto fare tutto proseguendo un progetto già in corso d\'opera, ma al \"cambiaverbania\" questo proprio non poteva andare giù...
EX CAMERA DEL LAVORO E PISTA DI PATTINAGGIO: INCONTRO RAVVICINATO - 22 Novembre 2012 - 08:11
commento
Mi dispiace Sig.Anmdrea ma continuo a pensare che \"era ora\"di valorizzare la sassonia adibita a solo parcheggio con realtivo inquinamento,pazienza faremo meno del suo voto ma in compenso avremo quello dei commercianti locali.
E' STATO UN PIACERE... - 12 Febbraio 2012 - 23:24
"grazie, vi faremo sapere.."
"[i]grazie, vi faremo sapere[/i]..." Celebre frase che risuona in molte occasioni della vita di ognuno di noi, che ha echi anche nelle trasmissioni televisive piu' gettonate del momento. Amara consolazione l'accortezza del Sindaco di rigettare subito le proposte degli studenti nella presentazione di questi progetti. ;) Partecipando alla Commissione Politiche Giovanili tra urla; schiamazzi e quant'altro l'assessore Balzarini nel lungo elenco del suo "[i]stiamo lavorando per[/i]..." ha sottolineato l'importanza del coinvolgimento giovanile nelle attività politiche locali facendo preciso riferimento ad un'iniziativa dei sentieri per le nostre vicine montagne. Idea in nessun modo criticabile se non forse la necessità maggiore dell'enorme sete di riqualifica che ha il quartiere sassonia. Nel caso concreto si sta parlando di giovani ragazzi di Verbania, che hanno un duplice interesse: sia nei confronti della propria città nel vederla risplendere in ogni sua parte; sia del mostrare i concreto i frutti del proprio studio e sacrificio personale. :D inoltre progetti realizzati secondo una scelta coraggiosa come questa, investendo sui giovani, sarebbero un vero fiore all'occhiello per la nostra città che potrebbe cosi' [i]realmente[/i] ricevere un riconoscimento appropriato e non autoproclamato per chissà quali numerosi motivi. :sleep: Certo è che a riguardo sarà piu' semplice affidare un progetto (vorremmo al piu' preso averne una conoscenza precisa di queste [i]altre idee[/i]) a persone con piu' esperienza certamente che non hanno nessuna colpa, se non quella di essere stati scelti per un rendimento piu' lucrativo in termini letteralmente di rientro economico per Verbania; al posto di avere come primario obiettivo anche e soprattutto il benessere salutare di cui quell'area ha bisogno! Si sentono; si leggono; si vociferano sempre tante belle parole, tante belle prospettive e nel momento di applicarle si fanno sempre i soliti errori. A me questo mandato sembra una bilancia che non ha fatto altro che pendere dallo stesso lato! :angry-red:
PETIZIONE EX CAMERA DEL LAVORO IN DIRITTURA D'ARRIVO - 18 Dicembre 2011 - 10:46
il consiglio
Il Consiglio di quartiere intra ha già valutato la situazione relativa all\'intera piazza nella riunione del 9 Settembre 2010 , il 17 Novembre 2010 con il Comitato Rione sassonia, ed il 15 Dicembre 2010. Ha segnalato le criticità all\'Amministrazione Comunale relative alla piazza ed alla struttura con opportuna lettera richiedendo interventi adeguati per risolvere i problemi . Il Consiglio ha cosi\' operato come segno di continuità al problema già piu\' volte affrontato dall\'ex circoscrizione. Ovviamente L\'amministrazione ha ricevuto poi dal quartiere ulteriori solleciti e soddisfatto qualche richiesta , ma tanto resta ancora da fare;se come ci è stato promesso dal Pisu si potrà provvedere a migliorare la città auspichiamo che terrà in considerazione questa situazione. Il Presidente del Quartiere intra Loredana Bazzacchi
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - IN RISPOSTA AL SINDACO - 15 Maggio 2011 - 22:17
questa è la risposta del Sindaco alla mia lettera
Cara Silvia, innazitutto grazie per la mail e ho il piacere di invitarla venerdì (dopodomani) alle 12 a Villa San Remigio quando presenteremo TECU 2011 così vedrà che - pur con tutti i limiti di bilancio che ci sono - proporremo qualcosa di veramente valido. Ci conto!! Per il resto volevo solo spiegarLe che il bando PISU è per sistemare un quartire di una città o comunque un\'area ben delimitata. Noi proponiamo il \"quartiere \" San Bernardino inteso come le due sponde del fiume dal lago al Ponte della Pace sulle due rive (sassonia e Sant\'Anna) da \"legare\" urbanisticamente insieme fondendo finalmente la città che, fondata nel 1939 ,vede oggi toccarsi tra due periferie. in questo quadro ci sta la nuova Arena dove il teatro (ma ha visto il progetto?) è quello già proposto in P.za Fratelli Bandiera ma molto migliorato. Saremo gli unici ad avere nel VCO la buca d\'orchestra, avrà la platea mobile ecc.ecc. Mi creda, una soluzione capace di mettere Verbania al top nazionale e dove TUTTI potranno fare teatro. Circa il Sociale noi non abbiamo grandi armi urbanistiche per vincolarlo a parte la facciata, mantenere una sala di 150 posti non è male per le piccole cose, di più o si compra tutto (ma per legge per comprare bisogna vendere patrimonio comunale e a parte Villa Simonetta non abbiamo nulla da vendere) o il privato non molla logicamente il suo bene. Non pretendo di convincerla ma forse avrà ora qualche elemento in più al di fuori delle polemiche... un cordiale saluto Marco Zacchera
IL TEATRO CHE VERRA'...? - 17 Gennaio 2011 - 14:41
commento
Sul Nuovo teatro avevo avuto modo di esprimere il mio pensiero che ripropongo di seguito, nella speranza di dare un contributo per una soluzione più confacente al Caso. Alòlora non avevo previsto l\'utilizzo del Sociale di Pallanza che certamente da una nuova prospettiva, meritevole di attenzione. \"\"\"\"\" VERBANIA E IL TEATRO – RIFLESSIONI E PROPOSTE Già in campagna elettorale, l’attuale sindaco di Verbania aveva manifestato la sua contrarietà alla costruzione del nuovo teatro cittadino in “regione” sassonia di Verbania. (Settima strategia del programma elettorale) Ora, eletto, ha dato corso al suo pensiero e con l’abolizione dell’iniziale progetto è scaturita l’idea, in corso di realizzazione della nuova struttura polivalente in quel che è ora l’arena in località villa Maioni di Verbania. L’idea non è peregrina, ma a nostro parere si presta ad alcune riflessioni: 1^ riflessione: - il costo del progetto sostenuto dalla precedente amministrazione ha dovuto essere rielaborato; - certo se si cambia progetto, quanto finora elaborato non serve più ma, ci piacerebbe sapere a quanto ammonta il costo della rielaborazione e della nuova struttura, così, tanto per fare quattro conti e capire meglio cosa ci permettiamo di fare in un periodo di magra come questo; - siamo altrettanto convinti che se in fase di elaborazione dell’iniziale progetto, l’opposizione di allora, avesse fatto sentire maggiormente la sua opinione e la maggioranza non si fosse arroccata sulle sue posizioni, sulla questione si sarebbe potuto giungere ad un compromesso per entrambi e soprattutto nell’interesse della città. 2^ riflessione -Con lo spostamento del progetto in questione in altra zona, l’area sassonia rimarrebbe inutilizzata. -Già un tempo piazza d’armi del Battaglione degli alpini di stanza a intra, ora, da decenni: parco macchine in sosta; -Il degrado è di tutta evidenza; -Pensiamo che quella parte di intra meriti e si aspetti una riqualificazione per un utilizzo consono alla città. 3^ riflessione: -La sede della nuova struttura verrebbe realizzata nell’attuale Arena. -Ciò cosa vuol dire ? abbattimento della struttura esistente (quindi altre spese sostenute che se ne vanno in fumo – quanto è costata?) -L’arena, ora unica spiaggia di intra, verrebbe soppressa. Ciò è utile ? E’ quello che vogliono i cittadini ? inoltre, la nuova area è sufficiente per accogliere la nuova struttura (auto e servizi compresi) e che impatto ambientale avrà questo edificio in prima vista sul lago ? 4^ riflessione: -si è parlato di una struttura polivalente. Cosa vuol dire: teatro + cinema + pala congressi + discoteca ? -Pensiamo non tutto sia realizzabile, sia per spazi, sia per diversità di strutture, sia per costi, sia per necessità di infrastrutture; -Facciamo delle ipotesi: . teatro e cinema, riteniamo possano trovare allocazione nello stesso edificio; . inserire in esso una discoteca (valida per la distanza dal centro abitato) è alquanto problematico nell’accorpamento strutturale; . abbinare la funzione di pala congressi, potrebbe essere anche possibile ma, necessitano indubbiamente particolari accorgimenti. -non sarebbe inoltre necessario, con la crisi in atto (e che non sarà di breve durata) valutare quali sarà l’impatto sulle spese congressuali destinate a tale scopo dalle imprese, al fine di valutarne la convenienza ? -una indagine conoscitiva presso gli alberghi e lo stesso palazzo dei congressi di Stresa, forse avrebbe fatto meglio conoscere il futuro onere economico. 5^ riflessione: -che una città capoluogo di provincia debba avere il suo “teatro” è fuori discussione. -Riteniamo però, sia oltremodo difficile gestirlo con risultati a pareggio, sentite anche le difficoltà che vive il teatro “Coccia” di Novara che vanta una tradizione di tutto rispetto e la concorrenza congressuale degli alberghi e del Palazzo Congressi di Stresa. -Quali saranno le previsioni per Verbania ? Teatro e cultura è un buon binomio ma, quali s
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti