Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

ex camera del lavoro

Inserisci quello che vuoi cercare
ex camera del lavoro - nei post
Baracùn - 26 Gennaio 2016 - 00:25
di Livio Serafini
Il Far West in Sassonia - 9 Agosto 2015 - 23:35
di Livio Serafini
CASA CERETTI - 24 Aprile 2015 - 16:07
di Livio Serafini
ex camera del lavoro addio! - 10 Dicembre 2014 - 14:21
di Livio Serafini
Fusse che fusse la volta bbona ! - 15 Ottobre 2014 - 18:13
di Livio Serafini
LINFA PER LA SASSONIA - 19 Maggio 2013 - 16:53

LOGICA DEMOCRATICA - 17 Maggio 2013 - 17:50

AUGURI MIRATI - 24 Dicembre 2012 - 10:38

ex camera del lavoro E PISTA DI PATTINAGGIO: INCONTRO RAVVICINATO - 16 Novembre 2012 - 22:35

DECORO CITTADINO: DOMANDE - 3 Novembre 2012 - 00:31

ex camera del lavoro - nei commenti
LINFA PER LA SASSONIA - 20 Maggio 2013 - 14:39
commento
Prendo regolarmente visione del Vostro sito trovandolo interessante e ricco di spunti. In questa occasione ho particolarmente apprezzato il cenno sul Quartiere Sassonia, nel quale vivo da anni, ed alle opportunità perse per dare una rinnovata dignità a questa parte troppe volte trascurata della nostra Città. Certo le occasioni non mancavano ma come spesso accade, siamo a rimpiangere di non averle sfruttate o ancor peggio di averle trascurate. Il Nuovo Teatro doveva essere la grande chiave di lettura per il rilancio del Quartiere e purtroppo sappiaamo come è andata a finire.... o meglio non sappiamo come andrà a finire!! L'ex camera del lavoro in totale e pericoloso abbandono, senza un "progetto di riutilizzo" che abbia il significato di questa parola. Pensiamo a cosa sarebbe potuta essere questa struttura con la collocazione al proprio interno di un museo multimediale che raccontasse la storia della nostra città e del tessuto produttivo ed economico che ha rappresentato sino a pochi anni fà. Sapevo di un interessamento da parte del Consiglio di Circoscrizione sul tema ex camera del lavoro, ma mi sembra che l'attenzione dovuta a questo argomento non sia stata quella che invece meriterebbe. Il termine Museo mi richiama alla mente l'altro tema introdotto dal Vostro articolo: Casa Ceretti. Una parte interamente ristrutturata, praticamente mai utilizzata e la c.d. "parte nobile" che sta subendo, come la foto dimostra, un processo di lento ma progressivo degrado anche per l'avanzare di una vegetazione che fra qualche tempo oscurerà una buona parte del caseggiato e ne comprometterà forse l'utilizzo. Non parliamo poi del giardino interno..... una vera vergogna per lo stato di totale abbandono a cui è lasciato. Ho sentito parlare della collocazione, all'interno di Casa Ceretti, di un "laboratorio artistico" e della possibilità che vi si svolgano dei corsi di specializzazione in arte grafica. Sarebbe un'opportunità da non lasciarsi sfuggire per la Città, per il Quartiere Sassonia e immagino per il Territorio nel suo complesso. Saputo che il tutto è demandato a coloro che oggi amministrano il Museo del Paesaggio, mi domando e domando se sarà un'altra occasione persa o se questa volta ce la faremo? Non dimentichiamoci che la Cultura, l'Arte ed il Turismo potrebbero essere il vero volano per il rilancio di Verbania.
ANALOGIE - 2 Aprile 2013 - 22:53
commento
ALEEE non esageriamo, non cancellano le \"scritte\" sui muri,pur avendo identificato gli autori, pensate se questi si mettono a dipingere questa vergogna cittadina! Sarebbe ora che si costringesse il proprietario a provvedere non fosse altro che per il decoro urbano e soprassediamo sulla ex camera del lavoro
CHE DESOLAZIONE ! - 13 Dicembre 2012 - 11:35
commento
Sarò monotono,ma guardate attorno alla ex camera del lavoro che è al centro della città...tegole,sassi, pezzi di cornicione, erbacce,avanzi di panini, pacchetti di sigarette, e lì di fianco hanno messo la pista di pattinaggio.....
PIANO CITTA' - MINORANZA PROPONE, MAGGIORANZA DISPONE - 17 Ottobre 2012 - 07:48
commento
Anch\'io sono contro l\'alienazione di Villa Simonetta e mi compiaccio per la scelta,purtuttavia avrei dato priorità all\'ex camera del lavoro per una questione di decoro urbano in quanto posizionata in una zona di massima frequentazione e di sosta di pulmann sia stranieri che nazionali,che idea si faranno i nostri ospiti della ns comunità se il primo impatto è quel \"rudere\"?(sperando che non ci sia qualche passeggiata di ratti). Siamo sempre in attesa di sapere quale sarà il futuro(spero immediato)di tale schifezza che non fa bene all\'immagine della ns bellissima città!
DICHIARAZIONI - 3 Settembre 2012 - 09:12
teatro e teatro...
Egr. Sig. Sindaco, dopo aver letto il suo post ed essendo ignorante in materia (nel senso che ignoravo morfologia e background dei teatri da Lei citati), mi sono fatto una \"googolata\" per aggiornarmi. Innanzitutto Le vorrei far notare che il teatro di Lucerna è ben diverso, architettonicamente, da quello progettato per Verbania: il palazzo è un palazzo d\'epoca che si innesta perfettamente con l\'ambiente circostante, visto che inserito in un contesto urbano (vedasi ad esempio questo link: http://www.andreas-praefcke.de/carthalia/europe/ch_luzern_stadttheater.htm). Il teatro, come ha detto lei, è stato recentemente ristrutturato, segno che il teatro funziona (ergo c\'è una programmazione tale che giustifica l\'esistenza e la ristrutturazione, per quello di Verbania manca ancora il piano economico chiesto da più parti). Per quanto riguarda il teatro di Bregenz (che non è la metà di Verbania, visto che conta quasi 27000 abitanti, fonte wikipedia). cercando qualche foto con google si trovano impressionanti immagini di scenografie costruire su una piattaforma galleggiante di fronte a degli spalti semicircolari posti sulla riva del lago (Le ricorda qualcosa?... a me ricorda l\'attuale Arena di Verbania...); alle spalle di questi spalti c\'è poi il teatro vero e proprio, una struttura moderna (che sinceramente a me non piace), incastonata tra un porto turistico, uno stadio, una piscina, un campeggio, la ferrovia ed un casinò (basta guardare con google maps). Non è buttato lì da solo, fa parte di un centro culturale-ricreativo di tutto rispetto.Sempre da Wikipedia poi apprendo che Bregenz è \"Sede del governo statale (Landtag); di tutte le autorità distrettuali e statali (ispettorato scolastico, polizia rurale, ecc.); del centro per l\'impiego (AMS), della suprema autorità di pubblica sicurezza dello stato del Vorarlberg, dell\'uffico per la protezione ambientale; dei consolati di Germania, Svizzera, Italia e Turchia; della camera del lavoro, dell\'Agricoltura, dei Farmacisti, del quartier generale militare statale, della guarnigione, del principale ospedale dello stato del vorarlberg (Landeskrankenhaus) così come del manicomio, dell\'ente per la salute degli agricoltori e dell\'uffico di assicurazione sociale\" (alla faccia della cittadina metà di Verbania!), inoltre sono presenti \"Archivi statali, biblioteca, museo statale del vorarlberg, Kunsthaus Bregenz (centro d\'arte moderna), centro artistico Künstlerhaus, Palazzo Thurn und Taxis, 5 monasteri, Heimatwerk (istituzione autonoma che promuove la manifattura di prodotti artigianali tradizionali), diversi quotidiani, Teatro Kornmarkt, casinò, porto per barche a vela e yacht, funivia che porta al monte Pfänder.\" In confronto, Verbania è l\'ormai ex capoluogo di provincia, con un Museo del Paesaggio, Villa Taranto (che ahimè ora se la passa male dopo il nubifragio del 25 agosto) e cos\'altro?... Mi perdoni Sig. Sindaco se sono poco patriottico, ma la caratura istituzionale e culturale di Bregenz non è paragonabile a quella di Verbania... E, la prego sempre di perdonarmi Egr. Sig. Sindaco per il mio scarso patriottismo, ma l\'attenzione per la Cultira (quella con la C maiuscola) in città mitteleuropee come Bregenz e Lucerna non è paragonabile a quella italica e, nello specifico, verbanese... e lo dico con l\'amaro in bocca e il dispiacere nel cuore. E uno dei punti chiave è questo: si rischia di spendere una ventina di milioni di euro (perchè a fine dei lavori la cifra bene o male sarà quella) per avere un teatro in cui alla fine si faranno le recite di fine anno delle scuole cittadine e magari qualche spettacolo del cabarettista di turno... ne vale la pena? Perchè così come Lei ha citato begli esempi di teatri che funzionano all\'estero, io potrei citare altri esempi di strutture costate alla comunità un occhio della testa in Italia che sono lì a marcire in quanto non usate. Le vorrei poi rammentare che, nel caso i lavori non venissero ultimati prima del 31 dicembre 2014, i fondi del PISU verrebbero revocati e la totalità del costo del t
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - Dal Comitato pro Arena e Cinema Sociale di Pallanza - 6 Agosto 2012 - 14:45
non si possono spostare i soldi in un'altra opera
anche alla mia famiglia il progetto del centro eventi presso il parco Arena non piace. Non piace neppure l'attuale Arena ma oramai c'e e ce la teniamo. Basterebbe fare una copertura leggera antipioggia per poterla utilizzare piu' spesso e con dei pannelli solari, riscaldarla per l'inverno. La riqualificazione del teatro sociale mi sembra quasi d'obbligo, come pure mi sembra un obbligo dare inizio finalmente a quello che da tempo si sente sulla riqualificazione della ex camera del lavoro. Ho sentito parlare di un centro con ufficio postale, ambulatori, servizi sociali e comunali. Questo sarebbe ottimale per gli abitanti di Verbania, finalmente un posto unico dove poter risolvere tutte le procedure di pagamenti e burocrazie varie. A me sembra anche piu' urgente di qualsiasi altra cosa.
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - Dal Comitato pro Arena e Cinema Sociale di Pallanza - 6 Agosto 2012 - 11:51
Sarà anziana ma ancora attenta alle politiche per
Ma questo sindaco ci prende per cretini? Crede che i cittadini di Verbania non seguano gli eventi cittadini e le decisioni dell'amministrazione? Io sono una di quelle che fin dall'inizio è stata contraria all'elefantiaco progetto del centro eventi e di conseguenza ha firmato per la riqualificazione del Teatro Sociale di Pallanza. Fosse anche gratis questo progetto distrugge una zona balneare di Verbania legata alla zona parco della biblioteca e lascia la zona del mercato di Intra trasformata in un grande e poco dignitoso parcheggio frequentato da topi (pantegane) per la vicinanza della fattiscente ex camera del lavoro.
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - Dal Comitato pro Arena e Cinema Sociale di Pallanza - 6 Agosto 2012 - 06:19
Promemoria....
Il Comitato per la difesa e la valorizzazione del Cine Teatro Sociale di Pallanza" Indice la seguente petizione: I sottoscritti cittadini del Comune di Verbania chiedono alla Amministrazione comunale della propria Città: 1) Di recedere dal progetto di costruzione (Arroyo 2) del Teatro Civico in zona Arena. Il progetto in questione appare sovradimensionato rispetto alle esigenze cittadine, eccessivamente oneroso in termini di costi economici realizzativi e di gestione, impattante dal punto di vista ambientale; 2) Di intraprendere gli atti progettuali ed amministrativi per realizzare il Teatro Civico, all'interno di una struttura polivalente e polifunzionale, in luogo dell'attuale "Cine Teatro Sociale di Pallanza"; I sottoscritti cittadini del Comune di Verbania ritengono che: 1) La scelta sopra indicata, in tempi di crisi economica e contrazione occupazionale, risponda a esigenze di ottimizzazione della finanza pubblica. Ed eviti uno spreco imperdonabile di risorse economiche; 2) La scelta sopra indicata liberi una riflessione più ampia sulla valorizzazione urbana e turistica della Città, troppo a lungo sequestrata dal dibattito sulla ubicazione del Teatro Civico. A questo proposito si auspica che le tre aree interessate da questo dibattito vengano valorizzate attraverso: 3) La riqualificazione di Piazza F.lli Bandiera (zona mercato) con la realizzazione di parcheggi interrati e una vasta area verde in superficie, connessa alla ristrutturazione delex camera del lavoro ed alla valorizzazione delle vicine sponde fluviali. 4) La realizzazione di un progetto di "Lake Park" (parco del lago) in zona Arena che comprenda la valorizzazione delle attigue aree del parco della Biblioteca e del Cantiere Nautico oggi attivo in area di concessione demaniale; 5) La valorizzazione di Piazza Gramsci a Pallanza, in una ottica di rilancio turistico, commerciale, urbano della frazione di Pallanza.
PETIZIONE CAMERA DEL LAVORO: LA RISPOSTA DEL SINDACO - 12 Febbraio 2012 - 09:40
La solita solfa!!!
Come sempre a domanda il nostro Sindaco risponde con comizi epistolari e accuse varie, forse non ricorda più gli anni in cui era all'opposizione (tanti) in cui era uso lanciare sassi nello stagno, ora se lo fanno altri si adombra e da le colpe alle precedenti amministrazioni di tutto, dimenticando due cose fondamentali che mi preme sottolineare al solo scopo di riportare l'informazione sui canali veri. Dire che lo stabile è stato vincolatao dalla passata amministrazione cittadina è una falsità, in quanto il vincolo sull'ex camera del lavoro è stato posto dalla Soprintendenza di Torino, la seconda precisazione riguarda l'ennnesimo piagnisteo sul fatto che non ci sono i fondi necessari dati dallo Stato, tutto vero.... peccato che il nostro Sindaco dimentichi sempre che quelle leggi di tremontiana memoria le ha votate anche lui quando era in Parlamento, allora nessuno pianga sul latte versato.... Un ultimo appunto Signor Sindaco invece di spendere soldi pubblici per inviare oltre 800 lettere al costo cadauna di 0,60 Euro, sarebbe bastato rispondere ai cittadini con uno dei suoi mille e oltre comunicati stampa !!!
QUESITI - 18 Ottobre 2011 - 07:39
commento
Avremmo preferito delle delucidazioni da parte di Assessori competenti, ma ci accontentiamo della nota dell\'intelligente e informato nonchè anonimo Daniele(di cognome Pecora?) Lo sanno tutti che il campanile non è di proprieta del Comune, ma il fatto che sia stato imbrattato e l\'autore del misfatto identificato,non giustifica che la scritta rimanga sine die con buona pace del decoro urbano e il sollazzo dei turisti.L\'A.C.dovrebbe fornire il nominativo a\"chi di dovere\"per obbligarlo a rimediare ..o no? La Fontana di Piazza S. Rocco è stata attiva per una vita,solo questa A.C. si è accorta che costa 14mila euro di acqua e non certamente per una perdita d\'acqua(la Circoscrizione aveva provveduto alla bonifica e coimbentazione)a questo punto basta pescare acqua dal lago o mettere un riciclo..difficile?Sta di fatto che l\'unica fontana a Intra è a secco e una fontana senz\'acqua è come una cornice senza quadro! Sui \"finanziamenti a disposizione del Comune per mettere a posto la ex camera del lavoro..ecc.\"lascio valutare i lettori precisando che i finaziamenti per la progettazione del teatro Arroyo hanno una provenienza ben precisa e che tal progetto contemplava anche il ricupero della succitata camera del lavoro In attesa del \"faremo\", le scritte sul campanile,la fontana S.Rocco,la ex camera del lavoro e il Monumento ai Caduti sono sempre li\' in dolce attesa...
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti