Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

buonsenso

Inserisci quello che vuoi cercare
buonsenso - nei post
Interrogazione - 17 Luglio 2014 - 15:05
vi ricordate cosa si poteva fare una volta con 40 miliardi di lire? Siccome questa cifra corrisponde più o meno a quanto verrà speso per il CEM, non sarà un voto contrario alla nostra mozione che fermerà la nostra indignazione e la nostra denuncia.
Vigili urbani: prevenire o solo punire? - 27 Dicembre 2013 - 15:48
Scritto da Livio Serafini del 27 dicembre 2013 - 15:43
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - QUANDO SI VUOLE ADATTARE LA REALTA' ALLE PROPRIE CONVINZIONI - 18 Aprile 2011 - 22:49

NON SOLO LUNA - 10 Marzo 2011 - 00:18

IL DOVERE DEL DIALOGO – a margine della vicenda Besozzi Benioli - 6 Giugno 2010 - 09:11

buonsenso - nei commenti
Spontaneità e trasparenza - 9 Agosto 2013 - 21:57
candidatura
Sono un pò perplesso, perchè ancora una volta, anzichè cercare l'unità, questo centrosinistra, come sempre si divide. "Uniti si vince" pare un concetto estraneo. Premetto che non ho alcun motivo per non considerare il dr. Bava, degnissima persona, anzi. Non mi piace però questo complesso di superiorità che viene "sfoggiato" nell'intervento, quasi a paventare che dopo un'intero ciclo amministrativo vissuto all'insegna della "collaborazione" gli altri sono diventati "avversari" e pieni di difetti. Io non capirò nulla di politica, ma penso che proprio perchè non c'è un Sindaco da difendere, questa era e resta un'occasione unica per costruire, con trasparenza e "insieme" un progetto "per la città". Continuo a sperare che il buonsenso prevalga. Alègar
VIABILITA' A SUNA: TAPIRO IN ARRIVO - 26 Giugno 2012 - 10:03
demotivazione.....
purtroppo non è così semplice.... è sempre facile prendersela con i politici che dovrebbero essere sempre perfetti e fare funzionare la macchina e il personale amministrativo senza errori.... bisogna partire dal presupposto che anche i politici sono sostanzialmente dei volontari e di maggioranza o di minoranza sono da ringraziare tutti per le ore che dedicano alla nostra città. Facile è salvaguardare gli organizzatori (io sono uno di quelli) che combattono con la burocrazia in fase organizzativa, si districano con mille soluzione durante la manifestazione e vengono tartassati dalle critiche post evento. Facile assolvere i funzionari e la macchina che dovrebbe dare i permessi che è sempre più complicata, confusa e che (ed è proprio questo il caso) autorizza la manifestazione con le necessarie deroghe il giorno prima.... come se gli organizzatori potessero la sera prima tenere in sospeso la gara podistica, i gruppi musicali, i comici di colorado caffè, gli ordinativi delle vivande, etc..... MA SIAMO PAZZI!!!! come si può pretendere che gruppi di volontari possano ancora dedicari all'oganizzazione quando vengono tartassati dalla burocrazia: ricordo la multa all'apripista dell'autobus di linea, la paventata sanzione amministrativa per i permessi dello scorso giro delle contrade, la paventata multa dello scorso anno per lo sforamento del limite del rumore, e così via..... Queste manifestazioni è ora che rientrino nei ranghi e ritornino "UMANE" altrimenti lo scoraggiamento supera la buona volontà!!!! qui il "buonsenso" manca nella burocrazia e nell'applicazione della stessa da parte di chi lo deve fare.... Ricordo che oltre al divertimento gratuito per le migliaia di persone che partecipano lo scopo è sempre benefico e ricordo che l'anno scorso il SORSO DI CORSA facendo da volano con i primi 1500,00 euro donati, in 45 giorni dopo la manifestazione con il prezioso aiuto della CRI femminile e della Fondazione Comunitaria ha potuto dotare il Museo del Paesaggio dell'ausilio cingolato per l'accesso ai disabili, cosa che sarebbe dovuta essere fornita dall'amministrazione e dalla comunità. Quindi non usiamo sempre e solo "politicamente" lo strumento della critica, ma usiamolo per cambiare i metodi e snellire (MA VERAMENTE) la burocrazia.... sfido chiunque ad intraprendere un percorso per organizzare un evento..... il risultato è profonda "DEMOTIVAZIONE"
VIABILITA' A SUNA: TAPIRO IN ARRIVO - 26 Giugno 2012 - 07:18
commento
A me sembra che nessuno abbia criticato la manifestazione quindi gli organizzatori non hanno alcuna necessità di difendere il loro operato che è da apprezzare sotto ogni punto di vista, soprattutto perchè basato sulla preziosa componente del volontariato.Un ulteriore apprezzamento per l'importante e il successo dell' iniziativa. Penso che quello che stuzzica la critica sia soprattutto l'ingenuità di un dato oggettivo contraddittorio...che non c’entra niente con il buonsenso.
VIABILITA' A SUNA: TAPIRO IN ARRIVO - 22 Giugno 2012 - 13:30
commento
Tutto le novità sono un "prototipo".... abbiamo tutti la capacità di volere il cambiamento senza però cambiare nulla.... vogliamo la festa con il traffico, la gara con l'attraversamento delle auto, l'allegria di una festa con il silenzio e la tranquillità.... in più predichiamo di viaggiare un po' più a piedi ma vogliamo parcheggiare sempre sottocasa, fuori dal negozio, in fianco all'esatto punto che vogliamo raggiungere.... Questa sera a Suna il "servizio pubblico" che è l'autobus passerà!!!! ci sarà allegria e chi vuole divertirsi è inviatato.... chi vuole a tutti i cosi attraversare la festa in vettura lo faccia con i mezzi del CON-SER!!!! io scommetto sul "buonsenso".... il buonsenso del "fare" e non quello sempre del "criticare".... sopratutto se le critiche sono come queste senza "buonsenso"!!!!
VIABILITA' A SUNA: TAPIRO IN ARRIVO - 22 Giugno 2012 - 10:28
buonsenso!!!
Lasciamo stare il buonsenso che in questo momento difetta. Se il buonsenso è chiudere un tratto di Via Troubetzkoy da tutti e due i sensi di marcia, uno perchè irrangiungibile per la pedonalizzazione e l'altro perchè divieto d'accesso dopo le 20 allora va bene tutto. Scommettiamo che la prossima volta verrà usato il buonsenso!!!! Alegar.
VIABILITA' A SUNA: TAPIRO IN ARRIVO - 22 Giugno 2012 - 08:19
solo critiche. E il buonsenso????
Non capisco lo scopo di quanto scritto!!! è chiaro che le notti di Suna sono un evento straordinario che modifica l'assetto viabilistico per due sere, è chiaro che questo evento (fortunatamente) porterà migliaia di persone nella nostra "addormentata" cittadina.... è chiaro che qualche disagio bisognerà sopportarlo.... quello che non mi è chiaro è il continuo attacco a tutto ciò che si fa (in questo caso, a titolo gratuito e per beneficenza, non da parte dell'amministrazione ma dei bravissimi Sunalegar e amici podisti) senza il minimo buon senso e senza la minima tolleranza che permette ad altre città anche più vicine di convivere con l'allegria, il turismo e le manifestazioni che "ringiovaniscono" la nostra "decrepita" mentalità!!!!! confido in interventi prossimi un po' meno politici e un po' più di buon senso!!!! BUON DIVERTIMENTO A TUTTI, noi a Suna ci saremo!!!!!!
BLACK BLOC - 23 Ottobre 2011 - 22:01
Ho la nausea a lungo termine.
Fare violenza rappresenta passare il confine tra buonsenso e demenza cerebrale, un confine che però è facilmente scavalcabile, soprattutto in una Italia, dove gran parte della popolazione ha un\'arma , nella maggior parte dei casi illegittima, ma anche disponibile. Si pensi alle numerosissime licenze di caccia, al possesso non denunciato di armi da fuoco o da taglio, al traffico criptato ma fluente delle medesime, al fatto che prepararsi una Molotov non è difficile e costa pochissimo. Ed il discorso potrebbe continuare ancora per molto. Questo per definire possibile e probabile una reazione popolare esplosiva, dove la violenza richiama violenza, e dove con la scusa di reagire ad uno stato di indifferenza dello stato di fronte alla precarietà ed allo sconforto della disoccupazione, una certa parte politica potrebbe manovrare(cosa che probabilmente sta accadendo)gruppi di scontenti per rovesciare la costituzione e riportarci nelle condizioni di dittatura. Resta però un altro fatto veramente sconfortante : non esistono alternative valide e convincenti che possano cambiare la situazione italiana. Da una parte e dall\'altra siamo in balìa di personaggi che, a cavallo delle isituzioni, stanno trattando la nostra Italia e gli italiani come pezze da piedi, senza alcuna vergogna e con infinita incompetenza, paradossalmente ed immeritatamente con stipendi e pensioni da nababbi. In conclusione: Ho la nausea a lungo termine.
UNCHIO: LUCE A GO GO - 13 Settembre 2011 - 08:43
aaa...buon senso cercasi
il ritornello \" è sempre colpa di qualcun altro\" e \"non ci sono costi aggiuntivi per la comunità\" mi ha stomacato.. é così difficile per le istituzioni dire \"grazie per la segnalazione , provvederemo appena possibile\" \"segnaleremo la cosa all\'ENEL perchè se non ci sono sprechi tutti guadagnamo qualcosa\" e questo parlando solo del caso specifico... ma forse il SIG buonsenso è andato a fare il migrante in altri luoghi :( luciano fontana
A DOMANDA RISPONDO - 5 Giugno 2011 - 03:40
Arroyo1
Egregio signor Sindaco, anche Lei ha l’abitudine di rispondere “fischi” quando la domanda è “fiaschi” Mi spiego, partendo dalla sua risposta alla signora Zorzit. Lei fa simpaticamente osservare alla signora, di non aver letto bene il bando del P.I.S.U. e poi più avanti scrive “…lo stesso spirito del PISU che voleva e vuole un\'area concentrata di interventi legata ad uno specifico quartiere ….”. Leggendo però la lettera della signora, a cui lei ha risposto, si legge: “avrei proseguito nell’iter Arroyo 1 che, per quanti difetti potesse avere, aveva comunque il pregio di essere integrato nel tessuto urbano, di valorizzare un quartiere disagiato con la possibilità di essere percepito come il Luogo rivitalizzante della cultura verbanese e il Luogo di identificazione dei cittadini”. Più avanti, ancora: “Coerentemente con i contenuti del bando regionale e nei tempi previsti entro i quali tutte le province piemontesi erano tenute a presentare le proposte, mi sarei buttata a capofitto per impreziosire la città rispetto alle sue carenze ambientali, concentrandomi sulla piazza Mercato ….” Sembra quindi di capire però, che nella fretta di rispondere, Lei si sia platealmente contraddetto, al punto di farci ritenere che proprio Lei invece non abbia inteso appieno il senso della lettera citata, preoccupato solo di accusare di disfattismo chi non la pensa come Lei. Questa lettera, peraltro da Lei sollecitata, sembra invece piena di buonsenso, ma come si sa, non è merce che abbonda da queste parti. Concludendo: dopo aver usato in campagna elettorale il progetto del teatro in piazza mercato come arma per distruggerlo, invocando a sostegno anche un referendum cittadino, oggi restano le mirabolanti promesse di un “centro eventi” deciso nel chiuso delle stanze del potere e la paura di affrontare un referendum da Lei stesso invocato. E piazza mercato? Resta desolatamente vuota ….. anche di idee. Come dice la signora, la soluzione cosiddetta “Arroyo 1”non sarà stata perfetta, ma si poteva migliorare, perché a tutt’oggi è l’unica idea valida ed ancora attuale per rivitalizzare il quartiere .
Teatro all’Arena: quali sono i costi di gestione? - 8 Febbraio 2011 - 05:41
commento
Dopo la strapazzata del Sindaco, faccio sommessamente osservare che: - l\'articolo da me citato parla di 112 dipendenti \"diretti\", quindi ... - comunque sia i 112 ci saranno e dovranno essere pagati, non si sa da chi, ma saranno pagati. E\' difficile pensare che l\'Amministrazione non ne sarà coinvolta. - Di solito un \"Business plan\" viene fatto PRIMA, per verificare se la dimensione dell\'investimento è congrua con le necessità espresse.Prendo atto che si farà dopo, ma chi è del mestiere sa che è tecnicamente sbagliato. - Se si dice che ci vorranno 112 persone, significa che un piano, anche minimo, è stato fatto, lo possiamo conoscere? - Non sono \"contro\" a prescindere, sono \"per\" spendere, con buonsenso, i pochi soldi che ci sono. Mi fido di tutti, ma quando vedo delle esagerazioni, e i quasi 21 milioni sono per me un\'enormità, mi preoccupo, perché sono soldi anche miei. Non vorrei trovarmi poi davanti un\'opera inutile come l\'attuale Arena. - Anche se in disaccordo su questo faraonico investimento, Lei è sempre il mio Sindaco, e per quanto poco io possa contare, cerco di esporre le mie ragioni in modo razionale e civile. Ascolti anche gli altri cittadini, non dia per scontato che quello che va bene a Lei, deve per forza andar bene a tutti!
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti