Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

60%

Inserisci quello che vuoi cercare
60% - nei post
interpellanze su giovani e su contributi a SOMS - 28 Agosto 2018 - 18:37
A breve riprenderanno i lavori del Consiglio Comunale, dalla stampa abbiamo già appreso che il prossimo Consiglio potrebbe essere il 18 Settembre, a dispetto del fatto che tale data dovrebbe essere deciso dalla Conferenza dei Capigruppo. Ci prepariamo alla ripresa dei lavori facendo, come è nostra consuetudine, domande molto concrete su temi e decisioni che ci lasciano parecchio perplessi nel metodo e nel merito.
Interpellanza su Con.Ser.VCO - 9 Settembre 2016 - 15:11
Il tema è centrale , ma il dibattito ancora una volta è decisamente scarso
Nèmm a faa ul bagn... - 10 Giugno 2015 - 00:06
di Livio Serafini
Riceviamo e pubblichiamo - 3 Settembre 2014 - 18:38
A proposito del canile
Concerti Ciani - 24 Maggio 2014 - 10:02
CHIESA DI SANTA MARTA piazzetta Natale Menotti, Verbania Intra
Concerti Ciani - 24 Maggio 2014 - 10:00
CHIESA DI SANTA MARTA piazzetta Natale Menotti, Verbania Intra
Concerti Ciani - 24 Maggio 2014 - 09:57
CHIESA DI SANTA MARTA piazzetta Natale Menotti, Verbania Intra
Concerti Ciani - 24 Maggio 2014 - 09:53
CHIESA DI SANTA MARTA piazzetta Natale Menotti, Verbania Intra
Concerti Ciani - 24 Maggio 2014 - 09:51
CHIESA DI SANTA MARTA Piazzetta Natale Menotti, Verbania Intra
LE PARTECIPATE - 17 Gennaio 2014 - 22:32

60% - nei commenti
Baracùn - 27 Gennaio 2016 - 19:43
Amarcord baracun
Com'è, come non è, ma i tuoi interventi vanno quasi sempre a schiacciare quel tastino della memoria che ho dentro di me. I baracconi, dunque: primi anni '60, mese di maggio, mese dedicato per tradizione alla Madonna. Allora tutte le sere si andava in parrocchia al rosario ed alla benedizione. Io, con altri amici, chierichetti con tonaca, attorno al parroco sull'altare. il parroco di allora possedeva una (ora per allora) magnifica VW maggiolone azzurro sul quale, finite le funzioni, come premio per la nostra assidua partecipazione alle funzioni, ci caricava in sovrannumero e ci portava ad Intra ai baracconi. E ci pagava dei grandi giri sulle autoscontro o sul calcinculo, o sugli aeroplanini che facevano su e giù.Lui, ovviamente, non saliva: a quei tempi i sacerdoti non usavani il clergyman o vestirsi in modo da civile; con la sua bella tonaca nera stava a guardarci beato ai bordi della pista.Talora portava con noi anche sua madre e sua sorella che, nubile, gli faceva da perpetua: anche loro talora fruivano dei baracconi, specie quelli dgli specchi deformanti che tu hai ben ricordato ene uscivano, come dirfebbe Camilleri "scantate".. Permetti una digressione sul tema: durante la funzione si usava molto il turibolo per l'incensamento. Tra le pie donne che non mancavano mai una funzione ce ne era una, ricordo si chiamava Virginia, già di una certa età, che era la "capa" del coro, quella che dava l'intonazione ed il via al "Noi vogliam Dio". Tutte le sere poco prima che la Virginia in iniziasse ad intonare l'inno, il prete ci schiacciava l'occhio destro: ciò stava a significare che noi chierichetti dovevamo versare nel turibolo una quantità fantasmagorica d'incenso: per il solo gusto di ridacchiare sentendo come la Virginia iniziava a tossire. Grazie ancora una volta caro Livio, per avermi fatto tornare alla mente ricordi che avevo dentro di me ma dei quali non avevo più sentore.
San Vitur - 3 Maggio 2015 - 13:08
Cartoline del tempo che fu.....
Uehi, ragazzi ( maturi )....!!!!! Mi avete fatto venire la voglia di rispolverare una scatola con cartoline di Verbania di 50-60 anni fa, che ho comunque conservate gelosamente. Se le trovo, ne mando qualche immagine.
Amarcord 2 - 12 Febbraio 2015 - 13:33
Grazie e mi spiego
Grazie Livio per la risposta e mi spiego: non ho conosciuto personalmente Tito Serafini ma in casa mia ne ho sempre sentito parlare come di una persona molto allegra e di compagnia. Con i miei si sono frequentati nel primo dopoguierra anche per via di una conoscenza comune ( dott, Nereo de Megni e famiglia), un medico veronese che allora esercitava ad Intra. Mi ricordo che mio papà mi recitava a memoria un calembour in dialetto/inglesizzato che proprio Tito Serafini declamava in occasiono conviviali; putroppo ricordo solo pochissime parole:..."speend, speend pocch, limitedt in ti spees.."Ricordo invece molto bene la signora Nuccia (sua nonna, immagino) che negli anni '60 veniva in casa nostra dove passava interi pomeriggi a chiacchierare con mia madre che faceva la sarta.Ecco il perchè della mia domanda.
LE PARTECIPATE - 18 Gennaio 2014 - 13:39
suggerimento
Posso, molto sommessamente, dare un suggerimento? Leggendo il comunicato sopra relativo alle Province troviamo che "....oltre il 60% del bilancio è destinato al personale....e che non potendo licenziare i dipendenti...";potrebbe sembrare quasi che la linea da Voi auspicata sarebbe quella del licenziamento dei dipendenti per far quadrare i bilanci; sicuro che questa non è la linea del Comitato Carlo Bava non vorrei che qualcuno giocasse con il possibile equivoco.
Rassegna stampa - 5 Gennaio 2014 - 11:07
Primarie
Come sempre tutto si vuole ricondurre alla volontà e agli interessi degli iscritti. Anche Renzi con i suoi 3 milioni di votanti (saranno poi autentici ?) si sente investito del potere di disporre della sorte di 60 milioni di italiani. Se questa è democrazia, allora....viva la democrazia!
Porto turistico o pista ciclabile? - 6 Novembre 2013 - 20:11
ringrazio Reschigna
A differenza di tutti coloro che si sono indignati più o meno alle proposte di Reschigna , io non posso che ringraziare lo stesso per la Sua "estemporanea " e provocatoria proposta. Infatti con questa Sua ha buttato un bel sasso nello stagno e tutti gli altri "politici ", si fà per dire, De Magistri, Cattaneo , ecc. , che si sono subito svegliati dandosi da fare a con comunicati stampa, ad indire incontri in regione con i vari funzionari ecc. (vedremo poi come andrà a finire) Come al solito a fare i primi della classe ed a cercare visibilità , vedi la sfilata di politici parlamentari e non, che si sono visti a Dumera : ed alla fine cosa hanno che cosa hanno risolto? nulla! Speriamo che in questo caso riescano tutti assieme a combinare qualcosa di buono, finanziando un rifacimento della struttura portuale, con materiali adeguati e progettisti in opere marittime all'altezza di quello che debbono progettare. Una domanda mi viene spontanea: perchè il commissario prefettizio ha ridotto nel bilancio di previsione 2013 da 140.000 a 60.000 euro gli stanziamenti per le necessarie manutenzioni? Perchè vista la manifesta necessità di eseguire i lavori non li ha fatti eseguire con procedura d'urgenza ? Visto che i danni erano dovuti alla famosa bufera di vento dell' agosto 2012 , forse se si fosse intervenuti nei dovuti tempi, ora non saremmo a discutere di questa cosa, mi piacerebbe sapere cosa nè pensa la corte dei Conti su questo modo d'agire. salut. Ugo Lupo
FUTURO DEL VCO E BISOGNI DELLA GENTE - 13 Settembre 2012 - 20:58
caro sig. Marco
forse non ha ben capito, qua non si tratta del \"se\" ma del \"quando\"... ormai è cosa certa che la provincia del VCO non esisterà più. E\' vero, venendo meno la provincia, verranno meno tanti uffici e tanti servizi acquisiti negli anni dell\'esistenza del VCO. Colpa di Roma ladrona? forse si, forse no, resta comunque il fatto che a Roma ladrona, i politici ce li abbiamo mandati anche noi. Quindi, un po\' di autocritica credo che non guasti. Infine, le vorrei ricordare che il discorso autonomia del VCO viene da ben più lontano degli ultimi tre anni, e anzi, negli ultimi tre anni la situazione è rimasta sostanzialmente al palo, e forse ha fatto addirittura passi indietro (basti pensare allo sconto benzina che c\'era fino a inizio anno e ora non c\'è più in molti comuni). Se poi la \"nostra\" libertà (ma nostra di chi???) rischia di essere portata via da un Paese che \"non è il mio\" (mi scusi, ma non abita in Italia?) e la \"sua\" montagna rischia di morire, non credo sia colpa dei \"cittadini\", ma credo sia colpa di chi, in questi 60 anni, non ha fatto nulla per migliorare la situazione. E qui la lista si fa kilometrica, e anche in questo caso un po\' di autocritica non guasta...
FUTURO DEL VCO E BISOGNI DELLA GENTE - 29 Agosto 2012 - 16:52
Ma siete matti?
Noto con piacere che i toni di questo articolo sono abbastanza accesi e che il redattore tiri delle somme senza nemmeno citare un dato (questa si chiama argomentazione a vuoto, per la cronaca). Comunque, da cittadino della Provincia e non abitante in città ma in un piccolo paese della zona, le faccio presente che se la provincia dovesse venir meno, verranno meno alcune poltrone ma non solo. Si sposteranno gli uffici di Inps e Inail così come TUTTI gli ospedali perderebbero risorse. Anche se ero piccolo ricordo bene come era prima: pochi servizi, non esisteva una rete di bus facenti capo ad un unico ente (la provincia con VCO in bus), Verbania era una cittadina di poco conto, la strada del Sempione molto peggio di ora, per andare in Val Vigezzo la strada era strettissima e per Macugnaga un disastro. é stata poi la provincia a premere su Anas per il collegamento via tunnel per la Formazza e per il miglioramento (ancora in corso) del Sempione tra Crevola e Iselle. Per quanto riguarda l\'ospedale di Domo è stato appena diramato un comunicato in cui TUTTI in Provincia hanno chiesto fondi alla Regione. Inoltre credo che abolire quattro poltrone in una piccola provincia non porti a dei risparmi: il vero problema è Roma e la sua inefficienza... Nobili da circa 3 anni chiede un vero status di autonomia oltre che per la specificità montana anche per il fatto che siamo distanti sia da Torino che da Novara (sia culturalmente che fisicamente) e da ultimo, anche per il fatto che molta gente è morta ormai 60 anni fa per la nostra libertà e io non voglio che mi venga portata via da un paese che non è il mio. Caro redattore, scusi la lingua poco curata, non so siceramente cosa frulli nella testa di voi in città ma io non voglio che la mia montagna muoia perché lei e alcuni altri volete ucciderla in nome di una favola non vera.
PETIZIONE CAMERA DEL LAVORO: LA RISPOSTA DEL SINDACO - 12 Febbraio 2012 - 09:40
La solita solfa!!!
Come sempre a domanda il nostro Sindaco risponde con comizi epistolari e accuse varie, forse non ricorda più gli anni in cui era all'opposizione (tanti) in cui era uso lanciare sassi nello stagno, ora se lo fanno altri si adombra e da le colpe alle precedenti amministrazioni di tutto, dimenticando due cose fondamentali che mi preme sottolineare al solo scopo di riportare l'informazione sui canali veri. Dire che lo stabile è stato vincolatao dalla passata amministrazione cittadina è una falsità, in quanto il vincolo sull'ex camera del lavoro è stato posto dalla Soprintendenza di Torino, la seconda precisazione riguarda l'ennnesimo piagnisteo sul fatto che non ci sono i fondi necessari dati dallo Stato, tutto vero.... peccato che il nostro Sindaco dimentichi sempre che quelle leggi di tremontiana memoria le ha votate anche lui quando era in Parlamento, allora nessuno pianga sul latte versato.... Un ultimo appunto Signor Sindaco invece di spendere soldi pubblici per inviare oltre 800 lettere al costo cadauna di 0,60 Euro, sarebbe bastato rispondere ai cittadini con uno dei suoi mille e oltre comunicati stampa !!!
NUOVE INTESTAZIONI - 12 Dicembre 2011 - 10:24
purtroppo
Purtroppo è stato confermato che a seguito di segnalazioni con necessità di cestino per la raccolta deiezioni e la sua posa ,il vizio di alcuni non cambia. A me personalmenteinoltre è capitato di riprendere una signora sui 60 anni tutta precisa che depositava nel contenitore dei fiori dei caduti di via franzosini il sacchettino pur avendo a 10 metri il contenitore apposito. Mi dico anche \"con che diritto io devo riprendere una persona che dovrebbe insegnare ai propri nipoti?\"
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti