Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese
Emendamento al bilancio

Emendamento al bilancio

Ancora una volta proviamo a scegliere un tema significativo e a proporre un emendamento che ci sembra ragionevole

Immagine 1
Al Presidente del Consiglio Comunale
Proposta di emendamento al bilancio presentata dai sottoscritti Consiglieri Comunali Brignone Renato ( Sinistra & Ambiente) e Zanoia Paola ( Cittadini con Voi).

Oggetto
Insediamento parcheggi in zona tennis vicino alle Canottieri Intra

Considerato
Eccessivo il costo di riqualificazione di P.zza Fratelli Bandiera;
che il progetto proposto non aumenterà la disponibilità di posti auto per i cittadini;
che il progetto che si vuole realizzare interviene su metà di quella che fu la piazza d’armi di Verbania e di fatto non pensa a tale luogo come fosse un unicum svilendo l’unica grande piazza cittadina;
che per tale opera si utilizzano ancora una volta i soldi derivanti dal ristorno dei frontalieri per un’ opera che per loro non ha alcuna utilità;
Che esistono altre zone in cui è possibile insediare nuovi parcheggi.
Posto
Che l'accensione di un mutuo per un progetto voluto esclusivamente dall'attuale Amministrazione ( prossima alla naturale conclusione del mandato) appare, quantomeno, una forzatura.
Chiediamo
Che vengano ridotti il capitolo 8000/71 di entrata e il capitolo 26000/144 di spesa da 2.500.000,00€ a 30.000,00€
Che siano destinati 250.000,00€ per la realizzazione di parcheggi in zona tennis vicino alle Canottieri Intra.
Tali somme sono prelevate dai capitoli 26000/144 e 26000/157
Verbania 28/11/ 2018



( Renato Brignone). ( Paola Zanoia)
ECOSISTEMA URBANO 2018

PER VERBANIA È FLOP

"L’Italia del buon ecosistema urbano è principalmente l’Italia che fa bene e spende bene le sue risorse, che si evolve e pianifica le trasformazioni future, che non s’accontenta dello scenario contemporaneo, che in uno o più ambiti produce ottime performance o raggiunge l’eccellenza."
Questo è l'incipit del comunicato diffuso da legambiente per presentare "ecosistema urbano 2018".
Invitiamo gli amici che siedono in maggioranza a leggerlo con attenzione, a ripensare ai cinque anni buttati senza uno straccio di pianificazione, a chiedersi se abbia senso organizzare convegni, invitare esperti di "buone pratiche" se mai nulla viene tradotto in atti amministrativi.
Verbania, nella classifica di ecosistema urbano 2018 è retrocessa all'11° posto, le sue performances degli anni di amministrazione Marchionini sono state:
1° posto nel 2014,
1° posto nel 2015,
3° posto nel 2016,
8° posto nel 2017
11° posto quest'anno.
Lo diciamo da anni, Verbania merita di meglio, le politiche che guardano più ai consensi di oggi che al futuro sono fallimentari per natura e questa classifica ne è una prova ulteriore.
Inutile continuare ad esternare la nostra volontà a collaborare, siamo a fine mandato e la nostra Amministrazione ha fatto chiaramente capire di non essere interessata, si veda da ultimo il progetto ex acetati sul quale il sindaco ha lavorato per un anno e mezzo e di cui noi siamo venuti a conoscenza una settimana fa dai giornali.
L'unica cosa che ci rimane da fare è attendere che questo deleterio mandato amministrativo abbia fine

Mancando la possibilità di discutere sfruttiamo il diritto di interpellare

Ci preme fare notare che per affrontare temi che si ritengono importanti, siamo costretti a trasformare ODG e Mozioni in interpellanze. La paralisi politica è nei fatti, ogni proposta di deliberazione che proviene dalle minoranze non viene minimamente presa in considerazione tanto che nessuno più ne produce , e anche cose banali ma necessarie non vengono fatte, è il caso della nostra ultima interpellanza.

Immagine 1

Al Presidente del Consiglio Comunale.

Interpellanza presentata dai sottoscritti Consiglieri Comunali Brignone Renato (Sinistra & Ambiente) e Paola Zanoia (Cittadini con Voi).



CONSTATATO

Che se non si è della maggioranza è molto difficile che questo Consiglio prenda in considerazione la trattazione di ODG e Mozioni, ce ne sono che attendono da anni di essere trattate, e per tale ragione da molto tempo abbiamo rinunciato a presentarne.

PRESO ATTO

Che l’unico strumento rimasto alle minoranze sono interrogazioni e interpellanze, anche se con grande facilità questa Giunta trova il modo di eludere nel merito le risposte che sarebbero dovute e doverose, ne sia prova l’ultimo Consiglio ove sia l’Assessore Franzetti che il Sindaco hanno palesemente risposto in modo parziale e non esaustivo a quanto da noi richiesto.

VERIFICATO

Che anche nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale, lo streaming si è bloccato

Che una nostra mozione sul tema è datata 22 Dicembre 2017 e non si sa se e quando verrà discussa

Che più volte detto streaming ha avuto problemi durante i Consigli Comunali:

In data 07-07-16 ( interruzione ore 23:05, sessione di prova)

In data 05-12-16 ( interruzione ore 00:47)

In data 21-12-16 ( interruzione ore 01:25)

In data 19-01-17 ( interruzione ore 01:08)

In data 02-02-17 ( dalle ore 23:34 manca il video)

In data 31-07-17 ( dalle ore 23:37 manca l'audio)

In data 26-09-17 ( manca interamente)

In data 08-11-17 ( manca il video)

In data 18-12-17 ( interruzione ore 22:02)



VERIFICATO



Che ogni qual volta si sia verificato un guasto mai è presente personale qualificato che possa risolvere il problema , come si evince dal lungo elenco riportato e dagli ultimi fatti citati.



RITENUTO



Imprescindibile, per una Amministrazione che si è recentemente affacciata al tema dell'Agenda Digitale, disporre di uno streaming efficiente



SI CHIEDE A QUESTA AMMINISTRAZIONE





Se intenda rendere effettivo e migliorare lo streaming delle sedute di Consiglio Comunale, adoperandosi affinchè anche in caso di guasto vi sia qualcuno a cui rivolgersi tempestivamente per una risoluzione immediata degli eventuali problemi



Verbania 27/09/2018

I CONSIGLIERI COMUNALI

Paola Zanoia e Renato Brignone

interpellanza: alla fine chi ha pagato?

Ci è sembrato opportuno riproporre all'attenzione dell'opinione pubblica un tema e una modalità che a suo tempo ci lasciò estremamente perplessi , ovvero l'agire dell'amministrazione in contrasto con i pareri dei propri dirigenti. Ci sembra corretto a distanza di un po' di tempo, verificare se alle parole ascoltate in Consiglio siano seguiti dei fatti concreti e quali, o se il pubblico abbia ancora una volta pagato spese che non erano di sua competenza.

Immagine 1

Al Presidente del Consiglio Comunale.

Interpellanza presentata dai sottoscritti Consiglieri Comunali Brignone Renato (Sinistra & Ambiente) e Paola Zanoia (Cittadini con Voi).



Oggetto: aggiornamenti su spese fatte contro i pareri dei dirigenti

Considerato che

La società Le Corti s.r.l. richiedeva a Tim Telecom spa un preventivo per lo spostamento di impianti telefonici

Tim richiedeva un acconto per poter iniziare i lavori

Atteso che

Con delibera n 191 del 01/06/2017 la Giunta riteneva di intervenire impegnando 14434,40€ oltre IVA quale acconto per lo spostamento di impianti telefonici in Via San Vittore/Piazza San Vittore adducendo motivazioni di interesse pubblico

Preso atto che

Tale esborso veniva deliberato con parere negativo da parte del Responsabile del procedimento Ignazio Cianciolo poiché "l'interesse pubblico avrebbe dovuto essere rilevato preventivamente in convenzione di natura edilizia mentre dalla documentazione in atti il rapporto intercorre tra privati (tim e Le Corti Srl)"

Ricordato che

Nella delibera di cui sopra veniva scritto

"D’altro canto il

costo inerente l’intervento d’urgenza del Comune potrà essere successivamente concordato (e

pertanto attribuito o condiviso) con la proprietà del compendio immobiliare anzidetto"



Sì interpella l'Amministrazione per chiedere



È stato concordato il costo inerente l'intervento con la società Le Corti s.r.l.?

Tale costo è stato attribuito alla suddetta ditta o è stato condiviso?

Nel caso fosse stato condiviso, per quale percentuale e con quale motivazione?



Verbania 30 Agosto 2018


(Renato Brignone) (Paola Zanoia)


interpellanze su giovani e su contributi a SOMS

A breve riprenderanno i lavori del Consiglio Comunale, dalla stampa abbiamo già appreso che il prossimo Consiglio potrebbe essere il 18 Settembre, a dispetto del fatto che tale data dovrebbe essere deciso dalla Conferenza dei Capigruppo. Ci prepariamo alla ripresa dei lavori facendo, come è nostra consuetudine, domande molto concrete su temi e decisioni che ci lasciano parecchio perplessi nel metodo e nel merito.

Immagine 1

Al Presidente del Consiglio Comunale.

Interpellanza presentata dai sottoscritti Consiglieri Comunali Brignone Renato (Sinistra & Ambiente) e Paola Zanoia (Cittadini con Voi).

Oggetto: esiti del progetto " Giovani a Verbania - indagine, osservazione, ricerca, eventi"

Considerato che

Con delibera di Giunta n 240 del 06/07/2017 veniva concesso il patrocinio e un contributo di 12000€ al progetto denominato " Giovani a Verbania - indagine, osservazione, ricerca, eventi"

Con determina dirigenziale n 2138 del 19/12/2017 si riteneva opportuno prolungare tale progetto fino a Luglio 2018 per un importo di 5000€

Posto che

Nell'ultima Commissione Servizi alle Persone, mancando all'ordine del giorno "varie ed eventuali" la Vicepresidente Contini ci ha precluso la trattazione di questo e altri temi

Atteso che

Il nostro e altri gruppi consiliari hanno da sempre manifestato la volontà di confrontarsi circa progetti rivolti ai giovani

Si interpella l'Amministrazione per sapere

Quali siano gli esiti del progetto " Giovani a Verbania - indagine, osservazione, ricerca, eventi"

Quali siano le azioni che questa Giunta intende promuovere alla luce dei risultati di tale progetto

Sebbene con grave ritardo, se sia intenzione coinvolgere i gruppi di minoranza, almeno in questa fase?

Verbania 28 Agosto 2018

(Renato Brignone) (Paola Zanoia)



Al Presidente del Consiglio Comunale.

Interpellanza presentata dai sottoscritti Consiglieri Comunali Brignone Renato (Sinistra & Ambiente) e Paola Zanoia (Cittadini con Voi).

Oggetto: Contributo SOMS Fondotoce

Considerato che

Con delibera di Giunta n 323 del 09/08/2018 veniva approvata la stipula di una convenzione tra Comune di Verbania e l'Associazione Società Operaia di Mutuo Soccorso di Fondotoce

Constatato che

La convenzione, della durata di tre anni, prevede un contributo pari a 60000€ in favore dell'Associazione Società Operaia di Mutuo Soccorso di Fondotoce

A fronte di tale contributo viene riconosciuto al Comune l'utilizzo per 60 giornate annue

Sì interpella l'Amministrazione per chiedere

Per quale motivo viene concesso un contributo di 60000€ a una Associazione per attività che potrebbero essere svolte in edifici Comunali inutilizzati?

Non si ritiene poco "equo" corrispondere un così alto contributo alla sola S.O.M.S. di Fondotoce, considerata la presenza di ulteriori S.O.M.S. sul territorio?

Non ritiene che 60000€ siano troppi a fronte di 180 giorni di utilizzo riservati al Comune?



Verbania 28 Agosto 2018


(Renato Brignone) (Paola Zanoia)

Una Verbania "Sintetica"
Cari cittadini,
Appena due mesi fa vi parlavamo di quanto fosse assurdo prevedere il posizionamento di erba sintetica nei giardini di cinque plessi scolastici al solo fine di poter partecipare a un bando regionale.
Non c'è nemmeno bisogno di soffermarci troppo sui motivi di critica, viviamo in una città in cui il problema del verde non è certamente la crescita quanto semmai la manutenzione, pare quantomeno miope una soluzione che preveda l'utilizzo di manto sintetico.
Questa tesi aveva trovato totale consenso anche all'interno della commissione lavori pubblici tanto che Il verbale in cui si trattava il tema si conclude così:
"Preso atto del consenso unanime della commissione si impegna politicamente la giunta e tecnicamente i funzionari preposti a reinserire, ove tecnicamente sia possibile, privilegiare l'installazione di fondo in erba naturale a discapito del fondo in erba sintetica".
Ora, a distanza di appena due mesi, la giunta con determina n°313 del 31/07/2018 approva un progetto, "appena" 40000€, che prevede la posa di manto in erba sintetica presso la scuola materna di Biganzolo.
L'ennesimo, disarmante, arbitrario, imperdonabile esempio di sordità persino alle proprie parole.
Attendiamo con ansia di sapere se marchionini sarà ancora il candidato sindaco del PD e di capire quanta plastica ancora coprirà la naturale terra per tenere al "sicuro" i bambini verbanesi...
Che forse non meritano questo squallore
interpellanza

 interpellanza

Francamente non avremmo voluto arrivare a questo, ma che non si ricevano nemmeno delle scuse, che tutto passi come "normale" quando è evidente che non c'è nulla di normale in questa Città da qualche anno a questa parte, no, non lo accettiamo e chiediamo lumi...

Immagine 1

Stante il silenzio imbarazzante seguito a un agire da noi considerato estremamente scorretto dell'amministrazione, supportata da una maggioranza che persevera in atteggiamenti che nulla hanno di "democratico", ci troviamo costretti a chiedere nel contesto più formale possibile , ovvero il Consiglio Comunale, lumi sui recenti atteggiamenti che sono il contrario della possibilità di strutturare un doveroso e civile confronto politico.
Ecco la nostra ultima interpellanza:

Al Presidente del Consiglio Comunale.

Interpellanza presentata dai sottoscritti Consiglieri Comunali Brignone Renato (Sinistra & Ambiente) e Paola Zanoia (Cittadini con Voi).

Oggetto: possibilità di porre temi in discussione nelle Commissione da parte delle minoranze

CONSIDERATO

Sotto il profilo strettamente tecnico il punto all'ordine del giorno "Varie ed eventuali" non esiste. Nel senso che in qualsiasi consesso, non solo in una Commissione Istituzionale Comunale, ma in una riunione di condominio o in un CdA i partecipanti devo poter sapere preventivamente su cosa si andrà a discutere e decidere per poter legittimamente prendere parte o meno alla riunione

Di fatto in tutte le riunioni di natura "politica", è il caso delle Commissioni, è invalsa la consuetudine di mettere l'argomento "Varie ed eventuali" all'ordine del giorno per aprire il dibattito su un tema, senza far seguire una decisione, ciò è a tutela delle minoranze che non hanno praticamente (o quasi) voce in capitolo sulla redazione degli ODG, gli esempi si sprecano a testimonianza di ciò.

CONSTATATO

Che recentemente è accaduto al nostro gruppo politico in almeno due occasioni, l’ultima il 23 Luglio in “Commissione Servizi alla Persona”, che alla nostra richiesta di trattare un tema non in ODG , ci venisse data una risposta strettamente tecnica che contraddice la stessa prassi adottata fino ad oggi in Comune di Verbania (tra gli altri), ma immagino anche Cossogno , a titolo di esempio.

Si interpella l'Amministrazione per chiedere

Quante siano state in questo mandato amministrativo le riunioni di organi collegiali in cui figura all'odg "Varie ed eventuali"

Quante siano state in questo mandato amministrativo le riunioni di organi collegiali in cui NON figura all'odg "Varie ed eventuali"

Se e quando, non figurando la dicitura “varie ed eventuali”, sia stato negato a qualche consigliere di mettere in discussione temi

Con quale argomentazione

Quale sia l’orientamento dell’Amministrazione rispetto la discussione di temi politici nelle Commissioni Istituzionali


Verbania 26 Luglio 2018









Comunnicato stampa sulla mancanza di correttezza sostanziale in maggioranza

L'Assessore dove era? La maggioranza tace? va tutto sempre bene per Varini? piena sintonia PD/FI?

Immagine 1
La correttezza non frequenta più le stanze del PD verbanese?
In un sodalizio perfetto con "forza Italia", che presiede la Commissione "Servizi alla Persona" , il 23 Luglio è andata in scena l'ennesima tragicommedia della paura del confronto, questi i fatti:

In data 17 Luglio non già il Presidente Scarpinato (non ci è dato sapere se lui fosse al corrente della cosa, ne è stato possibile chiedere lumi alla sua collega Mirella Cristina , quasi sempre assente a tutte le Commissioni e di cui non si ha memoria di una sua partecipazione alla Commissione Servizi alle Persone) , ma la sua Vice , Contini Rossella (PD), convoca per il 23 Luglio una commissione con un solo punto in ODG e nemmeno il classico "varie ed eventuali".
Dopo circa 8 mesi dall'ultima Commissione, la cosa è sembrata irragionevole al Consigliere Brignone che alla Capigruppo 19 Luglio ha chiesto al Presidente Varini (PD), se ritenesse normale e accettabile che una Commissione non si riunisse da così tanto tempo e quando lo facesse, non ci fosse che un unico punto di Giunta e nemmeno il più classico "varie ed eventuali", per permettere anche alle minoranze di discutere qualche tematica. Per Varini è tutto corretto, tutto normale (francamente questo ci è sembrato troppo anche per uno come lui).

Succede così che alla data prevista si riunisce la Commissione, dopo 17 minuti di attesa arriva il numero legale del PD, manca alla Commissione il Presidente Scarpinato e (come sempre) la sua collega Mirella Cristina, Presiede Contini (PD), manca l'Assessore Franzetti (che ovviamente pare strano farla partecipare a una Commissione "tanto inutile", no?), e viene chiesto se a fine Commissione sia possibile trattare un tema nelle varie ed eventuali.

Ci viene risposto che le varie ed eventuali non sono previste e che quindi la Commissione tratterà solo l'unico punto di giunta.

C'è qualcuno che fuor di polemica può ritenere tutto ciò corretto? Che questa modalità sia davvero una modalità giusta e che avvicina alla politica? E se qualcuno potesse rispondere : sì, è giusto così, sarebbe questa una persona "di sinistra" (ammesso che questa parola significhi qualcosa nel PD verbanese)?

Comunque, capitasse che l'Assessore volesse provare a confrontarsi con la Commissione, che PD e FI si mettessero d'accordo per far lavorare la Commissione , noi vorremmo sapere cosa hanno fatto coi i soldi più volte stanziati per uno studio sulla situazione giovanile e quali risultati siano stati partoriti... ma non abbiamo dubbi che tra poco, con la campagna elettorale ci racconteranno cose meravigliose.

Alla fine cosa resta? Quale messaggio fa passare tutto ciò? Che in maggioranza si proclama di cercare il dialogo , poi nel concreto si chiudono occhi, orecchi e sopratutto naso davanti all'ennesimo, inutile, sintomatico sopruso.

"Parcheggio diffuso"? Interpellanza.

Ma il piano parcheggi???

Immagine 1
In attesa che finalmente in qualche sede istituzionale si inizi una seria discussione sul piano parcheggi di Verbania, e che magari in tale ottica il Partito Democratico decida di rivedere l'assurdo e costosissimo progetto di piazza mercato; stante la situazione di Pallanza, ci sembrava doveroso dare una veste istituzionale a domande serie e legittime , proponendo al contempo una strada percorribile a costo quasi zero per ridurre il problema oggettivo da più parti evidenziato.

Ecco la nostra interpellanza:

Al Presidente del Consiglio Comunale.
Interpellanza presentata dai sottoscritti Consiglieri Comunali Brignone Renato (Sinistra & Ambiente) e Paola Zanoia (Cittadini con Voi).
Oggetto: Situazione parcheggi Pallanza

CONSIDERATO

Che il lungolago di Pallanza sta subendo modifiche grazie alla sua riprogettazione;
Che alcuni parcheggi sono stati sacrificati per far posto a una “piazza diffusa”;

CONSTATATO

Che, come sottolineato da alcune testate giornalistiche nonché da cittadini verbanesi, specie nei weekend, da “piazza diffusa” si trasforma in “parcheggio diffuso”;

Si interpella l'Amministrazione per chiedere

Se non ritienga utile aumentare i controlli soprattutto in occasione dei weekend e degli eventi estivi

Se non creda sia opportuno disporre apposita segnaletica per dirottare le macchine in parcheggi vicini , come ad esempio quello dell'ospedale (sottoutilizzato nelle ore serali), magari ottenendo apposita servitù di passaggio nel tratto di strada privata che si collega al lungolago

Verbania 3 Luglio 2018

Post correlati
17/10/2014 - Fontane
08/01/2014 - Riceviamo e pubblichiamo - Pallanza: scarico a lago
Due interpellanze sul CEM

Due interpellanze sul CEM

Non è possibile che non ci siano mai responsabilità, non è possibile che per avere un po' di chiarezza e trasparenza la soluzione sia sempre rivolgersi ai tribunali, noi continuiamo a fare domande, legittime domande che vorrebbero solo chiare e vere risposte.

Immagine 1

INTERPELLANZA N°1

Al Presidente del Consiglio Comunale.
Interpellanza presentata dai sottoscritti Consiglieri Comunali Brignone Renato (Sinistra & Ambiente) e Paola Zanoia (Cittadini con Voi).
Oggetto: Costi di gestione e inadempienze presso la struttura del CEM

Premesso
Dopo le numerose gare andate deserte , è stata data in gestione tutta la parte del CEM che riguarda bar, ristorante , spiaggia ed anche con la possibilità di strutturare uno spazio “discoteca”, malgrado questa ultima opzione fosse in contrasto con quanto deliberato all’unanimità per ben 2 volte dalla Commissione competente.

Preso atto
Che l’aggiudicatario aveva messo sul piatto 169.500 euro di investimenti tra ristorante (120.000), bar (40.000), sdraio e ombrelloni (6.100 euro) e spese varie (3.400) da ammortizzare in dieci anni. E, senza contare stagionali o dipendenti a chiamata, aveva previsto di assumere 10 persone: 6 per il ristorante (uno chef, un sous chef, una persona di supporto, un lavapiatti e due camerieri di sala); 3 per il bar (uno a caffè e bevande, uno per le pietanze, uno di supporto); e un bagnino per la spiaggia.
Constatato
Che Nell’offerta c’erano anche precisi impegni negli arredi, “conformi alle normative vigenti (anche paesaggistiche)“ e “leggeri”. “Si prediligeranno attrezzature dal design lineare, realizzate nel rispetto della natura, con materiali riciclati e comunque ecologici”. Arredi che “definitivi, si configureranno entro la seconda stagione di gestione”.
Verificato lo stato dei luoghi
-Che Il ristorante non c’è
- il locale cucina è vuoto
-Gli arredi esterni del bar sono tavoli e sedie di plastica promo-pubblicitari.
-Sdraio e ombrelloni in spiaggia sono assenti
-della discoteca non s’è mai parlato e nulla e dato sapersi
-le bollette sono a carico del Comune

Sì interpella l'amministrazione per chiedere

Se sia a conoscenza di tutte queste inadempienze
Se e come intende recuperare i costi sostenuti dal Comune per le utenze pagate al posto del gestore
Per quale ragione non si sia ad oggi mai intervenuti su una situazione di palese inadempienza
Se l’amministrazione intenda lasciare in eredità alla fondazione del CEM questo garbuglio gestionale o intenda risolverlo prima del passaggio definitivo della struttura alla nascente fondazione





Verbania 21 Giugno 2018

----------------------------------------- ----------------------------------------
(Renato Brignone) (Paola Zanoia)


INTERPELLANZA N°2


Al Presidente del Consiglio Comunale.
Interpellanza presentata dai sottoscritti Consiglieri Comunali Brignone Renato (Sinistra & Ambiente) e Paola Zanoia (Cittadini con Voi).
Oggetto: Situazione gestionale al CEM e controversia con Novara

Premesso
Abbiamo appreso dagli organi di stampa, che il “Coccia” avrebbe pagato per conto del “Maggiore” un direttore di sala per 24.600 euro e la pubblicità degli spettacoli nell’arena estiva di un privato per 13.000
Sempre dagli organi di stampa si è appreso che il Sindaco Marchionini avrebbe chiesto di rettificare al più presto quanto asserito, in quanto lesivo del buon nome del il “Maggiore”
Da accesso agli atti abbiamo verificato che il Sindaco ha testualmente scritto che “… Affermazioni così pesanti meritano ogni necessario chiarimento e, da parte mia e dell’Amministrazione comunale, ogni e più ferma tutela nelle sedi opportune”.

Preso atto
Che le spese di cui alla premessa di 24'600 € e 13'000 € ci risulta siano reali
Che la “diffida “ fatta al Presidente della Fondazione Teatro Coccia e p.c. al Sindaco di Novara, ci sembra un atto molto forte e politicamente rilevante

Sì interpella l'amministrazione per chiedere

Se sia certa che le affermazioni fatte da Manfredda siano mendaci e quali elementi abbia per dire ciò
Se alla luce di quanto sta accadendo , non si ritenga che l’affidamento della gestione della direzione artistica del CEM senza bando, sia stata una scelta opportuna

Verbania 21 Giugno 2018

----------------------------------------- ----------------------------------------
(Renato Brignone) (Paola Zanoia)


Ultimi commenti
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti